home

853 Visite.

Presentazione del libro di Fabio Pannozzo

Evento del: 11-10-2014 Ore: 17:00

Presentazione del libro di Fabio Pannozzo Lupi e saette -Viaggio tra i pastori dei monti Ausoni e Aurunci. 

Mario Guidetti intervista l’Autore. 
Letture di Giuseppe Ombrini.

 

Nell’introduzione dell’opera a cura di Guido Crainz si legge: << E’ un viaggio nel tempo, quello che Fabio Pannozzo ci propone ed un viaggio nel tempo che insiste e persiste nel nostro spazio. Lo spazio che viviamo nei monti Ausoni e sin quelle persone che talora incrociamo fra campagna e montagna, intente ad accompagnar greggi. Pastori, un mondo antico: quasi scomparso e quasi inafferrabile.>>… << Il racconto si muove poi fra antiche tradizioni pastorali e manualità artigiane, fra pascoli e pagliai, in un mondo in cui immobilità e silenzi favoriscono l’irrompere del magico. Alimentano, anche, modi di immaginare e di trasfigurare la realtà che sono fortemente legati al quotidiano. E’ legata al quotidiano anche la trasfigurazione di quei “nemici naturali”, lupi e saette, che danno il titolo al libro. Una trasfigurazione cui dà corpo uno dei testimoni con un’espressione che si scolpisce nella memoria: “due paradisi non si possono avere. Se ci sta il pastore non ci può essere il lupo e viceversa.>>…<< Molte cose ci racconta dunque quel fitto intrico di testimonianze che costituisce il tessuto connettivo del libro. Ci aiuta a guardare con altri occhi i luoghi delle montagne e del bosco, il succedersi delle stagioni, i densi vuoti del silenzio ma anche appuntamenti tradizionali – le fiere, ad esempio- svuotati nel tempo della loro primitiva ragione d’essere.

 

Un capitolo sulla guerra e l'occupazione francese nella primavera del 1944: in tutta la zona di Esperia i marocchini compivano innumerevoli violenze sulle donne di ogni età (dai 13 agli 84 anni) ed anche sugli uomini che avevano tentato di difenderle; le truppe francesi si abbandonarono a una serie impressionante di saccheggi, omicidi e stupri in tutti i paesi conquistati.

Fabio Pannozzo è nato a Lenola il 27 settembre del 1951, di professione fa il medico e si occupa di epidemiologia e prevenzione. Nel 1990 ha pubblicato per il Consorzio dei Servizi Culturali della Provincia di Latina “Canto e Musica Popolare a Lenola” con testi e musiche raccolte sul campo e riproposte con il gruppo di musica popolare Briganti di Frontiera. Nel 2000 ha prodotto un volumetto dedicato al “Maggio di Pastena” per l’Associazione Storico Culturale Monti Ausoni, e nel 2009 insieme a Sandro Rosato ha pubblicato “Piccole storie di emigranti nella grande storia del novecento”, una ricostruzione di cento anni di emigrazione lenolese. Attivo nella ricerca storica ed etnografica nell’area dei Monti Ausoni presenta qui un inedito e particolare quadro del mondo pastorale delle sue zone a sud del Lazio.

 







top